Via Grande: il Sindaco risponde alla accuse della Lega

4 MINUTI DI LETTURA

Salvetti: È una grave irresponsabilità il tentativo della Lega di intervenire sul percorso di riqualificazione di via Grande e del centro cittadino

“È una grave irresponsabilità il tentativo della Lega di intervenire sul percorso di riqualificazione di via Grande e del centro cittadino”, è il sindaco Luca Salvetti a rispondere alle accuse di Costanza Vaccaro e dell’ingegner Vito Borrelli, che affermano irregolarità amministrative per la gestione degli stanziamenti dell’opera pubblica in favore dei privati per 800 mila euro di spesa stimata per quanto riguarda l’illuminazione pubblica e 400 mila per i portici e la conseguente minaccia di bloccare il progetto.

“La destra ha completamente disatteso il mandato di operare per il bene della città” continua lapidario il sindaco, “le dichiarazioni della Lega sono un tentativo di sabotare l’amministrazione in un momento importante e delicato, intervenire in questa maniera è un chiaro intento politico in cui viene disatteso il mandato di operare per il bene pubblico, dopo aver sbandierato il contrario.

Noi andiamo avanti, il percorso è avviato e come per la mostra di Modigliani, l’ippodromo, l’ospedale per il quale a giorni otterremo le firme per i
diritti di superficie, faremo lo stesso anche per via Grande e il centro cittadino nonostante l’ostruzionismo dell’opposizione. Neanche gli elettori della Vaccaro – conclude – sarebbero contenti di questo comportamento.

Ostruzione, sabotaggio, il giudizio politico è spietato e l’ombra del reato della turbativa di concorso pubblico grava pesantemente sulla Lega. La maggioranza dichiara di non accettare questo clima e di non voler perdere tempo e di voler concludere positivamente i progetti avviati, quindi non sarà preso alcun provvedimento ufficiale nei confronti di Costanza Vaccaro, Vito Borrelli e il partito di opposizione.

Accanto alle reazioni politiche ci sono i rendiconti tecnici espressi dall’assessore all’urbanistica Silvia Viviani e il conto non è meno salato.

Le accuse di illecito amministrativo che Costanza Vaccaro e l’ingegnere Borrelli hanno mosso sono secondo l’assessore da rigettare in toto in termini legali e tecnici. Portici, colonnato, illuminazione, facciate e tutti gli arredi sono a totale onere dei privati residenti, i proprietari dei fondi e delle case.

Qui sta il miss understanding e l’accusa della Lega: soldi pubblici per i privati.

L’accusa viene rigettata dall’assessore Viviani, poiché “gli interventi riguardano la riqualificazione del centro storico in maniera fattiva, bisogna partire da qui per capire che mantenere le opere edili è un approccio di
governo, il portico è un bene privato a uso pubblico come recita la legge”.

La legge urbanistica a cui fa riferimento l’assessore risale al 1942 “il concetto legale fondamentale – continua Viviani – è che non è prevista nessuna indennità per i privati per un bene che non usano o che usano come gli altri, quindi ne consegue che l’amministrazione può benissimo finanziare, incentivare e sostenere il mantenimento di un bene storico e architettonico fruito da tutta la cittadinanza”.

Per corroborare la sua risposta alle accuse di illecito amministrativo l’assessore cita i casi dei portici di Bologna e Torino, nel primo caso diventati patrimonio dell’Unesco e nel secondo gestiti da una Onlus e dalla Fondazione Intesa San Paolo.

Viviani conclude

“Non sono solo portici ma sono un ambito urbano e la loro riqualificazione e la tenuta economica sono un obiettivo pubblico, per capire il nostro intervento bisogna inquadrarlo come restauro urbano e non come intervento privato”.

Il progetto di riqualificazione di via Grande e del centro riguarderà tutta l’asse centrale della più importante via cittadina, le intersezioni con le strade traverse, piazza Colonnella e piazza Guerrazzi in un’ottica di riqualificazione e decoro.

Riguardo la questione della pavimentazione palladiana si annuncia un intervento di mantenimento e non di sostituzione a causa del forte deterioramento che non permette una sostituzione delle pietre deteriorate come ancora richiesto dalla Lega, poiché sono troppe le pietre della pavimentazione deteriorate per essere sostituite, stimate in una percentuale del 60 per cento.

LE ULTIME NOVITA’ SU LIVORNO

SEGUITE IL NOSTRO GIORNALE ANCHE SU TWITTER

VENITECI A TROVARE ANCHE SU YOUTUBE

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM

RIMANETE AGGIORNATI ANCHE SU FACEBOOK

Altri nostri canali social:

ISCRIVETEVI ANCHE AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

LE NOSTRE NEWS ANCHE SU GOOGLE

CONTATTATECI ANCHE SU WHATSAPP

Vi potrebbero interessare anche i seguenti articoli:

Alla scoperta delle chiese livornesi con la cooperativa Agave

Coronavirus, 60 nuovi casi tra Livorno e provincia, 615 in tutta la regione

Rugby Livorno: “La violenza sulle donne è una sconfitta per tutti”

Anziani, voglia di vivere e pubblici tradimenti

Livorno Rugby: domenica derby toscano

Calcio Amatoriale UISP: tutto sulla settima giornata

”Startup Livornine2030”, presentato il bando per aspiranti imprenditori

Rissa alla stazione, 2 feriti

Ecco lo spot natalizio di Vodafone girato a Livorno

Basket, Serie B: impegno casalingo per la LL 1947 contro Pavia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.