Brexit: rilascio documento di soggiorno per i cittadini del Regno Unito

Di seguito il Vademecum fornito dalla Questura di Livorno
Brexit: rilascio documento di soggiorno per i cittadini del Regno Unito
Fonte Questura di Livorno

Con l’uscita definitiva del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord dall’Unione Europea, cd “Brexit”, i cittadini britannici ed i loro familiari che beneficiano dei diritti riconosciuti dall’Accordo di recesso UE-UK del 1° febbraio 2020 (cittadini del Regno Unito residenti in Italia entro il 31 dicembre 2020 ed i familiari che li accompagnano o li raggiungono) possono richiedere presso la Questura di residenza il rilascio di un nuovo documento di soggiorno in formato elettronico.

Per la Provincia di Livorno il canale telematico dedicato che consente agli interessati di prenotare l’appuntamento per la presentazione dell’istanza è:

immig.quest.li.regnounito@pecps.poliziadistato.it

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito del ministero degli Interni, ove è presente un vademecum: 

https://www.interno.gov.it/it/notizie/brexit-vademecum-i-cittadini-britannici-residenti-italia

Il documento di soggiorno elettronico è valido 5 anni (recante il titolo “CARTA DI SOGGIORNO“) ovvero 10 anni (recante il titolo “CARTA DI SOGGIORNO PERMANENTE”) nel caso sia maturato il diritto di soggiorno permanente (soggiorno legale e ininterrotto in Italia per 5 anni, compresi i periodi di soggiorno che precedono o seguono il 31 dicembre 2020).

I cittadini britannici iscritti in anagrafe entro il 31 dicembre 2020 (a tal fine si considera la data di presentazione dell’istanza al Comune e comunque si considerano valide le attestazioni di iscrizione anagrafica effettuate prima del 1° febbraio 2020), potranno, a partire dal 1 gennaio 2021, presentarsi personalmente presso l’Ufficio Immigrazione della Questura della provincia di residenza per richiedere il rilascio del documento di soggiorno elettronico.

Nel corso della procedura di rilascio del documento di soggiorno è prevista l’acquisizione dei dati biometrici

Si specifica, inoltre, che il rilascio del documento di soggiorno non è contestuale alla presentazione della richiesta poiché la personalizzazione dello stesso richiede alcuni giorni.

cittadini del Regno Unito che intendono presentare la richiesta dovranno produrre i seguenti documenti:
  1. documento di identità in corso di validità;
  2. attestazione della propria iscrizione anagrafica, rilasciata dal Comune di residenza, che dimostri l’iscrizione anagrafica entro il 31 dicembre 2020 o, in alternativa, autocertificazione della propria iscrizione in anagrafe entro il 31 dicembre 2020 e di non essere stato successivamente cancellato, ai sensi degli artt. 46-47 D.P.R. 445/2000;
  3. ricevuta di pagamento di € 30,46 pari al costo di produzione del documento, effettuato con bollettino postale sul CC n. 67422402 (intestato a “MEF DIP.TO DEL TESORO VERS: DOVUTO RILASCIO CARTA DI SOGGIORNO” – causale: “Importo per il rilascio della carta di soggiorno – Accordo di recesso UE/ UK”);
  4. n. 4 fotografie in formato tessera.
familiari del cittadino del Regno Unitodovranno presentare i seguenti documenti:
  1. documento di identità in corso di validità;
  2. copia del documento di soggiorno in formato elettronico rilasciato dalla Questura al cittadino del Regno Unito (di cui risulta familiare) o, in alternativa, copia dell’attestazione dell’iscrizione anagrafica del cittadino del Regno Unito che dimostri l’iscrizione anagrafica di quest’ultimo entro il 31 dicembre 2020;
  3. documento rilasciato dall’Autorità competente del Paese di origine o di provenienza che attesti la qualità di familiare del cittadino britannico;
  4. ricevuta di pagamento di €30,46 pari al costo di produzione del documento, effettuato con bollettino postale sul CC n. 67422402 (intestato a “MEF DIP.TO DEL TESORO VERS: DOVUTO RILASCIO CARTA DI SOGGIORNO” -causale: “Importo per il rilascio della carta di soggiorno -Accordo di recesso UE/ UK”);
  5. n. 4 fotografie in formato tessera.
Si specifica che per “familiari” del cittadino del Regno Unito si intendono:
  • il coniuge;
  • il partner che abbia contratto con il cittadino del Regno Unito un’unione registrata sulla base della legislazione di uno Stato membro, qualora la legislazione di uno Stato membro ospitante equipari l’unione registrata al matrimonio e nel rispetto delle condizioni previste dalla pertinente legislazione dello Stato membro ospitante;
  • i discendenti diretti di età inferiore a 21 anni o a carico e quelli del coniuge o partner di cui alla lettera b);
  • gli ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge o partner di cui alla lettera b);

N.B.: Si ricorda che per l’acquisizione delle istanze è necessario chiedere la fissazione del primo appuntamento mediante l’utilizzo dell’indirizzo di posta elettronica certificata:

immig.quest.li.regnounito@pecps.poliziadistato.it

Si ricorda altresì che, nonostante la richiesta del documento di soggiorno in formato elettronico (con la dicitura CARTA DI SOGGIORNO) sia FACOLTATIVA, con il nuovo documento i beneficiari potranno facilitare la propria mobilità sul territorio rendendo anche più celeri i controlli delle FF.PP. su strada ed esercitare i diritti riconosciuti dall’Accordo di recesso tra Unione Europea e Regno Unito del 1 febbraio 2020.

Stay Tuned

Per leggere i nostri articoli vai sulla nostra pagina Facebook oppure sul nostro giornale on line e anche sul nostro canale Telegram

Marco Ristori

Nato il 25 Marzo del 1966 sin dalla più giovane età si è distinto per mettersi nei guai a causa di incaute caricature. Laureato nel 2009 in Scienze e Tecnologie dell'Ambiente a Pisa, ha continuato il proprio hobby della satira, fino ad approdare alla Nazione, dove l'allora caporedattore Cruschelli lo lanciò. Il vignettista poi diventò un personaggio televisivo, continuando a fare satira sia sportiva che politica. Ad ottobre del 2019 i fatti danno ragione ai propri detrattori, infatti al secondo fumetto serio 'Artidoro' giungerà un grande successo inaspettato, il palcoscenico di 'Lucca Comics'. Si vede che da lassù gli hanno detto di cambiare strada e adesso infatti è iniziata la nuova avventura editoriale con L'Osservatore

Marco Ristori ha 2027 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Marco Ristori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.