Basket: intervista esclusiva al presidente della Libertas Livorno 1947 alla vigilia dell’inizio del campionato

Alla vigilia dell’inizio della nuova stagione abbiamo intervistato il presidente della Libertas Livorno 1947

LIBERTAS LIVORNO 1947
foto di Massimo Landi

Alla vigilia dell’inizio della nuova stagione abbiamo intervistato il presidente della Libertas Livorno 1947.

Nel fine settimana prenderà il via, finalmente, la nuova stagione di Serie B e noi, per prsentarla al meglio abbiamo intervistato Roberto Consigli, presidente della Libertas Livorno 1947, unica squadra labronica impegnata in questa categoria.

Cosa ne pensa della nuova formula?

“Mi piace, mi ricorda un pò la formula dell’NBA, quella delle conference. Credo che sia una formula interessante, figlia della situazione che stiamo attraversando. Credo che la LNP abbia avuto la sensibilità e la capacità di andare a trovare nuove soluzioni per facilitare l’inizio del campionato.”

Quanto l’emergenza sanitaria influisce sia dal punto di vista sportivo che da quello sanitario?

“L’emergenza sanitaria sarà sicuramente protagonista. Si può essere bravi e preparati quanto si vuole, ma anche la fortuna avrà il suo ruolo perché, ritrovarsi senza giocatori, vuole dire anche, alcune volte, fare a meno di pedine fondamentali per vincere le partite.

La speranza è che la squadre siano, da un lato, accorte e, dall’altro, fortunate per avere la possibilità di schierare sempre la migliore formazione possibile. Noi, ad esempio, andremo a giocare la prima partita in casa della favorita Chiusi con una squadra rimaneggiata vista l’assenza, per Covid, di capitan Forti, Geromin e Mancini ma con il rientro di Salvadori. Una situazione molto difficile che ci ha accompagnato per tutta la preparazione.

La situazione sanitaria sicuramente la farà da padrona soprattutto per quanto riguarda gli equilibri del campionato. La speranza è che questi siamo sovvertiti con la possibilità di avere una stagione ancora più equilibrata. Bisognerà conviverci e seguire tutti i protocolli.”

Quali sono le aspettative per questa stagione?

“Domanda difficilissima. Siamo una squadra che deve giocare partita dopo partita e dare battaglia ogni domenica. Essendo una squadra completamente nuova, avremo bisogno di un pò di rodaggio.

Dovremmo trovare amalgama con il tempo. Alcuni giocatori, che vengono dalla Serie A, si devono ancora adeguare al metro della B che è diverso. Inizialmente potremmo pagare qualcosa ma, alla lunga, daremo delle gioie ai nostri tifosi e lustro alla nostra città.”

Quanto pesa il fatto di non poter giocare ancora con il pubblico?

“Ci mancheranno tantissimo i nostri tifosi. Il basket senza pubblico non è la stessa cosa. I libertassini hanno un calore nel tifo che ci mancherà e questo è un grande dispiacere.”

Quale sarà il campo di gara?

“Andremo a giocare al Modigliani Forum. La trattativa è ancora in corso ma sono sicuro che andrò a buon fine e sarà una grandissima opportunità. Andare a giocare lì è un bellissimo gesto di speranza e vuol dire credere al fatto di mettere questa malattia alle spalle e di riaprire al pubblico e riempire l’impianto il prima possibile.”

A fine stagione sarà contento se…

“L’obiettivo è sociale. Sarei contento, a fine stagione, di poter riempire il Modigliani Forum. Vorrebbe dire che stiamo giocando bene, che le persone hanno voglia di venirci a vedere e che siamo riusciti a metterci alle spalle questa brutta malattia.”

SEGUITE IL NOSTRO GIORNALE ANCHE SU TWITTER

LE ULTIME NOVITA’ SULLA PALLACANESTRO LIVORNESE

LA STORIA DELLA PALLACANESTRO LIVORNESE

Massimo Landi

Sposato con una figlia, intermediario assicurativo. Sono amante della pallacanestro (ho giocato in Serie C e Serie D), sono tifoso del Milan, mi piace la politica e sono appassionato di tennis e baseball. Ho creato e gestisco il sito www.ilbasketlivornese.it. Non vivo senza Twitter, l'Iphone, l'Ipad, il Mac e Sky. Mi piace tutto quello che riguarda gli Stati Uniti. Ho creato e gestisco anche i blog LivornoRossoNera e Livorno Times.

Massimo Landi ha 1396 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Massimo Landi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.