Proclamato lo sciopero della sanità per mercoledì 25 novembre 2020

Saranno garantiti i servizi essenziali
Proclamato lo sciopero della sanità per mercoledì 25 novembre 2020
Fonte Regione Toscana. Proclamato lo sciopero della sanità per mercoledì 25 novembre 2020

Livorno, 20 novembre 2020 – Ieri è stato proclamato uno sciopero della sanità generale per l’intera giornata di mercoledì 25 novembre indetto dai sindacati Usi e Usb ed indirizzato a tutti i dipendenti (comparto e anche dirigenza) dell’Azienda USL Toscana nord ovest.

L’Azienda si scusa anticipatamente con i propri utenti per eventuali disagi nell’erogazione dei servizi sanitari (esami, ambulatori ecc) e amministrativi (prenotazione esami, accettazione ecc) che si dovessero manifestare a livello sia territoriale che ospedaliero.

Come previsto dalla normativa vigente, saranno comunque garantiti tutti i servizi minimi essenziali previsti per il settore della Sanità e, per quanto riguarda le attività connesse all’assistenza diretta ai degenti, sarà data priorità alle emergenze e alla cura dei malati più gravi e non dimissibili. A tal proposito ricordiamo che i “servizi minimi essenziali” comprendono:

  • il Pronto Soccorso e servizi afferenti legati a problematiche non-differibili della salute dei cittadini ricoverati (turni dei reparti) e non. Di conseguenza anche il personale tecnico per la preparazione dei pasti e degli altri servizi di base;
  • servizi di assistenza domiciliare;
  • attività di prevenzione urgente (alimenti, bevande, etc..);
  • vigilanza veterinaria;
  • attività di protezione civile;
  • attività connesse funzionalità centrali termoidrauliche e impianti tecnologici;
  • vari.

Fonte Azienda USL Toscana Nord Ovest

Stay Tuned

Per leggere i nostri articoli vai sulla nostra pagina Facebook oppure sul nostro giornale on line e anche sul nostro canale Telegram

Marco Ristori

Nato il 25 Marzo del 1966 sin dalla più giovane età si è distinto per mettersi nei guai a causa di incaute caricature. Laureato nel 2009 in Scienze e Tecnologie dell'Ambiente a Pisa, ha continuato il proprio hobby della satira, fino ad approdare alla Nazione, dove l'allora caporedattore Cruschelli lo lanciò. Il vignettista poi diventò un personaggio televisivo, continuando a fare satira sia sportiva che politica. Ad ottobre del 2019 i fatti danno ragione ai propri detrattori, infatti al secondo fumetto serio 'Artidoro' giungerà un grande successo inaspettato, il palcoscenico di 'Lucca Comics'. Si vede che da lassù gli hanno detto di cambiare strada e adesso infatti è iniziata la nuova avventura editoriale con L'Osservatore

Marco Ristori ha 1632 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Marco Ristori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.