Assembramenti in Venezia, intervengono anche le forze dell’ordine

Nel quartiere di Venezia si sono formati, nella notte, degli assembramenti

Nel quartiere di Venezia si sono formati, nella notte, degli assembramenti.

Chi puntava il dito contro i locali notturni è servito; nel giorno del nuovo record dei contagi, quando a mezzanotte, per le nuove disposizioni del Governo, vengono chiuse le attività, scatta il caos in Venezia.

Negli Scali del Refugio, verso le 23:00 di ieri, alcuni ragazzi hanno acceso dei fuochi d’artificio ed è iniziata una festa.

L’assembramento ha raggiunto livelli tali che in via Borra non si riusciva a transitare. Le persone presenti, per la maggior parte giovani, erano prive di mascherine e non rispettavano le distanze.

A seguito della situazione sono intervenute le Forze dell’Ordine, ma a far disperdere l’assembramento è stato, soprattutto, un provvidenziale scroscio d’acqua.

Si prevedono disposizioni severe per commercianti, scuole e trasporti, che si rivelano completamente inutili se poi gli sforzi di contenimento del contagio vengono vanificati da assembramenti di questo tipo.

I giovani sono le persone maggiormente colpite dalle restrizioni soprattutto nei loro momenti di socializzazione, nessuno lo mette in dubbio; ma rispettare le regole sanitarie è esempio di buon senso, anche per tutelare i propri cari e familiari, e non una restrizione della libertà.

Teniamo ben presente che un nuovo lockdown sarebbe una catastrofe per l’economia e la vita sociale di tutti.

Si passerebbe un’altra volta dal distanziamento sociale a quello asociale, tornando alle lunghe code ai supermercati e alla sanità nuovamente concentrata su questa emergenza, con tutte le nefaste conseguenze che già conosciamo.

SEGUITE IL NOSTRO GIORNALE ANCHE SU TWITTER

LE ULTIME NOVITA’ SU LIVORNO

Marco Ristori

Nato il 25 Marzo del 1966 sin dalla più giovane età si è distinto per mettersi nei guai a causa di incaute caricature. Laureato nel 2009 in Scienze e Tecnologie dell'Ambiente a Pisa, ha continuato il proprio hobby della satira, fino ad approdare alla Nazione, dove l'allora caporedattore Cruschelli lo lanciò. Il vignettista poi diventò un personaggio televisivo, continuando a fare satira sia sportiva che politica. Ad ottobre del 2019 i fatti danno ragione ai propri detrattori, infatti al secondo fumetto serio 'Artidoro' giungerà un grande successo inaspettato, il palcoscenico di 'Lucca Comics'. Si vede che da lassù gli hanno detto di cambiare strada e adesso infatti è iniziata la nuova avventura editoriale con L'Osservatore

Marco Ristori ha 1458 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Marco Ristori

Un pensiero riguardo “Assembramenti in Venezia, intervengono anche le forze dell’ordine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.