Livorno, video sulla movida livornese altro che Baracchina Rossa

Livorno, 00:30 nella notte tra il 21 ed il 22 maggio, una donna manifesta il proprio disappunto con un filmato sui social ed il video diventa virale.
Livorno, video sulla movida livornese altro che Baracchina Rossa
Due fotogrammi del video

Questa signora esprime il proprio rammarico con un video dove riprende la movida livornese davanti ad un pub sotto casa sua. Certamente non ci muove il senso del giustizialismo, perché dopo un lockdown di oltre due mesi abbiamo …

Da una parte:

La necessità dei commercianti di guadagnare per cominciare a coprire le spese, che nel frattempo sono andate avanti senza fermarsi, come invece si sono fermati gli incassi.

Dall’altra parte …

Le persone, che hanno sofferto per l’isolamento forzato, soprattutto i giovani, che vogliono scrollarsi di dosso questo brutto periodo.

A questo punto una considerazione va fatta, obblighiamo di giorno tutte le attività a seguire dei protocolli molto rigidi e durante la notte ignoriamo tutto questo? Serve buon senso da parte di tutti. Chi controlla in questo periodo iniziale, deve prima spiegare quali sono le eventuali infrazioni e sanzionare solo se queste si ripetono. Dopo tocca a noi cittadini avere comportamenti più coscienziosi per evitare che l’epidemia riprenda a galoppare nella corsa dei contagi … con tutte le conseguenze negative, che ne possono scaturire.

Nel video si possono ascoltare le amare considerazioni su quanto sta accadendo e una grande preoccupazione per il futuro. Con le frasi le frasi più significative “mi hanno fatto 440,00 euro di multa perché ero fuori zona con il cane” e “Però alla Baracchina Rossa hanno fatto la multa” si capisce che molte persone hanno la sensazione vengano usati due pesi e due misure. Un sentire che diventa ancora più concreto quando nello stesso video si rincara la dose con altre due frasi“i Carabinieri è più di un’ora che li ho chiamati e non sono ancora venuti” e “La Guardia di Finanza ha tutte le macchine impegnate”. Su questo occorre premettere che, in questo periodo, i nostri ragazzi delle Forze dell’Ordine hanno un gran da fare, per reati molto seri. Quindi le pattuglie possono trovarsi nell’impossibilità di arrivare tempestivamente per questo tipo di segnalazioni.

Quello che evidenzia questo video è che siamo chiamati ad una prova di maturità, che non possiamo fallire. Quindi senza dover ricorrere alle Forze dell’Ordine cerchiamo di recuperare il tempo perso e di scaricarci di dosso la negatività del momento, senza per questo non prendere delle semplici precauzioni di buon senso, come evitare assembramenti, disinfettarsi le mani quando serve e portare queste mascherine se parliamo ad una distanza inferiore ai 3 metri … mica è la fine del mondo

Link al video

VERGOGNA LIVORNO!!!!

Pubblicato da Valeria Gedé su Venerdì 22 maggio 2020

Stay Tuned

Per leggere i nostri articoli vai sulla nostra pagina Facebook oppure sul nostro giornale on line

Marco Ristori

Nato il 25 Marzo del 1966 sin dalla più giovane età si è distinto per mettersi nei guai a causa di incaute caricature. Laureato nel 2009 in Scienze e Tecnologie dell'Ambiente a Pisa, ha continuato il proprio hobby della satira, fino ad approdare alla Nazione, dove l'allora caporedattore Cruschelli lo lanciò. Il vignettista poi diventò un personaggio televisivo, continuando a fare satira sia sportiva che politica. Ad ottobre del 2019 i fatti danno ragione ai propri detrattori, infatti al secondo fumetto serio 'Artidoro' giungerà un grande successo inaspettato, il palcoscenico di 'Lucca Comics'. Si vede che da lassù gli hanno detto di cambiare strada e adesso infatti è iniziata la nuova avventura editoriale con L'Osservatore

Marco Ristori ha 738 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Marco Ristori

Un pensiero riguardo “Livorno, video sulla movida livornese altro che Baracchina Rossa

  • 23 Maggio 2020 in 21:46
    Permalink

    La pattuglia sarebbe potuta andare tranquillamente più tardi al locale o il giorno dopo e avvertire della sanzione. Il comune deve far chiudere i locali dove non si rispettano le regole.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.