“Cittadini in comune per Collesalvetti”: noi esclusi dal bando della Regione

Il comunicato dell’Associazione “Cittadini in Comune per Collesalvetti” esprime il disappunto per una immotivata esclusione del proprio comune dal bando della Regione Toscana. Di seguito il comunicato:
“Cittadini in comune per Collesalvetti”: noi esclusi dal bando della Regione
Fonte “Cittadini in Comune per Collesalvetti”

Abbiamo appreso di un bando della regione Toscana pari a 5 Milioni di euro destinato ai Comuni che fanno del cosiddetto “Piano di Azione Comunale”. Ovvero si tratta di quei comuni interessati da una criticità per quanto riguarda l’inquinamento atmosferico e che pertanto necessitano di azioni correttive. Questi Comuni sono 63 e includono realtà come Pisa e Livorno, centri urbani che hanno evidenti criticità dal punto di vista della qualità dell’aria ma anche Comuni come Crespina, Fauglia e Cascina.

In pratica il nostro Comune è circondato da Comuni attenzionati dalla Regione per quanto riguarda il tema della salute legata alla qualità dell’aria. Mentre Collesalvetti, nonostante sia un Sito di Interesse Nazionale per le bonifiche, nonostante i dati allarmanti del quarto rapporto SENTIERI del 2019 che evidenzia anomalie in relazione a malattie e malformazioni è escluso. Il 21 febbraio scorso, intervenendo all’iniziativa organizzata dalle Magliette Bianche a Stagno, il nostro Capogruppo Emanuele Marcis evidenzio’ già pubblicamente questo importante aspetto.

Pensiamo che anche Collesalvetti debba necessariamente essere incluso in questo elenco, che risale al 2010, e che è stato aggiornato nel 2015. E’ il momento di un nuovo aggiornamento ed il nostro Comune deve attivarsi, noi lo chiediamo con una mozione appena presentata, per sanare quella che evidentemente è una lacuna, alla luce dei dati epidemiologici e dei criteri di valutazione che portano ad includere altri comuni a noi vicini e confinanti.

Stay Tuned

Per leggere i nostri articoli vai sulla nostra pagina Facebook oppure sul nostro giornale on line

Marco Ristori

Nato il 25 Marzo del 1966 sin dalla più giovane età si è distinto per mettersi nei guai a causa di incaute caricature. Laureato nel 2009 in Scienze e Tecnologie dell'Ambiente a Pisa, ha continuato il proprio hobby della satira, fino ad approdare alla Nazione, dove l'allora caporedattore Cruschelli lo lanciò. Il vignettista poi diventò un personaggio televisivo, continuando a fare satira sia sportiva che politica. Ad ottobre del 2019 i fatti danno ragione ai propri detrattori, infatti al secondo fumetto serio 'Artidoro' giungerà un grande successo inaspettato, il palcoscenico di 'Lucca Comics'. Si vede che da lassù gli hanno detto di cambiare strada e adesso infatti è iniziata la nuova avventura editoriale con L'Osservatore

Marco Ristori ha 738 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Marco Ristori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.