Derubata la Pasticceria Libeccio a Livorno

Livorno, via Delle Sorgenti durante la notte tra domenica 15 e lunedì 16 Marzo 2020, è stata derubata la Pasticceria Libeccio a Livorno. Siamo in emergenza coronavirus, fanno i controlli sugli spostamenti ingiustificati, ma questi malfattori sembrano essere sempre all’opera indisturbati.

Derubata la Pasticceria Libeccio a Livorno
Fotografia estratta dal video postato sulla pagina di Gianluca Ozia

Il titolare, Gianluca Ozia, nel filmato che ha postato sul proprio profilo Facebook esclama “subire un furto in una situazione del genere lo trovo vergognoso”. Come potete vedere dall’immagine per entrare prima hanno sfondato la saracinesca e poi la porta di ingresso. Tutto questo per rubare la cassa, che era vuota.

Video postato sul profilo Facebook di Gianluca Ozia

Ad avvisare l’uomo è stato il proprietario di un negozio vicino, certo è che un’attività fiorente come questa, messa già a dura prova dalla crisi e dall’emergenza coronavirus, così ha ricevuto un duro colpo. Oltretutto non sono riusciti a rubare i soldi, questi balordi hanno solo fatto dei danni enormi, che ancora non sono stati quantificati. Inoltre occorrerà fare un inventario per vedere se sono state razziate delle materie prime. Sono intervenuti la Polizia di Stato ed i Pompieri, che hanno provveduto a a tagliare la saracinesca per permettere al gestore di entrare. Le forze dell’ordine hanno fatto tutti i rilievi del caso, per terra erano presenti varie tracce di sangue, con tutta probabilità dei ladri.

Abbiamo chiesto al gestore una dichiarazione, Gianluca, con grande umanità ha detto qualcosa che dovrebbe colpire la coscienza dei malfattori … se ne hanno una “In questo momento che dovremmo essere tutti uniti di fronte alle avversità e all’emergenza coronavirus, non si può commettere questi atti.”

Stay Tuned

Per leggere i nostri articoli vai sulla nostra pagina Facebook oppure sul nostro giornale on line

Marco Ristori

Nato il 25 Marzo del 1966 sin dalla più giovane età si è distinto per mettersi nei guai a causa di incaute caricature. Laureato nel 2009 in Scienze e Tecnologie dell'Ambiente a Pisa, ha continuato il proprio hobby della satira, fino ad approdare alla Nazione, dove l'allora caporedattore Cruschelli lo lanciò. Il vignettista poi diventò un personaggio televisivo, continuando a fare satira sia sportiva che politica. Ad ottobre del 2019 i fatti danno ragione ai propri detrattori, infatti al secondo fumetto serio 'Artidoro' giungerà un grande successo inaspettato, il palcoscenico di 'Lucca Comics'. Si vede che da lassù gli hanno detto di cambiare strada e adesso infatti è iniziata la nuova avventura editoriale con L'Osservatore

Marco Ristori ha 2055 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Marco Ristori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.