In Vista dell’incontro sulla salute a Stagno del 5 dicembre prossimo venturo, abbiamo rivolto alcune domande alla dottoressa Patrizia Gentilini, una vera esperta del settore, provare a dare una prima risposta alla domanda a “ Stagno salute a rischio? “. Vogliamo ringraziare la dottoressa della disponibilità e invitiamo tutti ad andare all’incontro

Stagno salute a rischio
Immagine fonte la Sinistra di Collesalvetti

1) In cosa è laureata e in cosa consiste il suo lavoro?

Mi sono laureata in Medicina e Chirurgia a Bologna nel 1975 e poi specializzata in Oncologia Generale a Genova e in Ematologia a Ferrara. Ho sempre lavorato presso la Div. di Oncologia dell’Ospedale di Forlì , occupandomi sia di prevenzione che di diagnosi/precoce che di assistenza e terapia a pazienti con neoplasie solide ed ematologiche, negli ultimi 15 anni di servizio sono stata responsabile del Modulo di Oncoematologia.

Da quasi 20 anni ho come interessi prioritari quello della Prevenzione Primaria e della tutela della salute attraverso la riduzione dell’esposizione a rischi ambientali e sono attivamente impegnata, in modo totalmente volontario, nell’ISDE ( International Society Doctors for Environment), in quanto faccio parte del Comitato Scientifico e sono stata eletta nella Giunta Esecutiva

2) Cosa si intende per rischi da esposizione all’inquinamento?

L’ambiente è un determinante fondamentale della salute, che viene troppo spesso trascurato dalla stessa classe medica e dalla ricerca in generale, molto più interessata a ricercare strumenti diagnostici e cure sempre più costose, piuttosto che ad interrogarsi sulle CAUSE delle nostre malattie , che non sono certo dovute ai soli nostri cattivi stili di vita su cui tutta l’attenzione è rivolta.

Il problema è enorme e dobbiamo capire che respirare una aria malsana, bere acqua contaminata, mangiare alimenti con residui di pesticidi o contaminato da metalli pesanti o diossine altera il funzionamento delle nostre cellule e ci fa ammalare. Senza trascurare che anche attraverso la pelle sostanze tossiche e potenzialmente pericolose entrano dentro di noi.

L’aggressione ..

..continua al nostro organismo da parte di agenti fisici e chimici genera infatti danni multi-livello in tutti gli organi e apparati, con aumento di patologie cronico-degenerative quali cancro, obesità, diabete, malattie neuro-degenerative e del neurosviluppo, malattie endocrine e immunologiche, sterilità e rischi per la gravidanza e per il feto.

L’Oms stima..

..che oltre il 25% delle malattie negli adulti ed oltre il 33% nei bambini sotto i 5 anni siano dovute a cause ambientali evitabili e che siano circa 13 milioni le morti attribuibili annualmente ad esposizioni ambientali, di cui oltre 7 milioni legate al solo inquinamento atmosferico. In questo purtroppo il nostro paese ha ben tristi record ad esempio siamo al primo posto in Europa per morti premature da PM2.5 (le particelle presenti nell’aria e che derivano dai processi di combustione) che per incidenza di tumori nell’infanzia ed adolescenza.

3) Secondo la sua esperienza quali sono i siti più inquinati d’Italia?

La classifica dei siti più inquinati emerge dallo studio SENTIERI condotto dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) nei 44 Siti di Interesse Nazionale (SIN) italiani identificati come altamente inquinati e per questo candidati alla bonifica, ed anche Stagno rientra purtroppo fra questi.

Dall’indagine epidemiologica..

..condotta sui residenti in queste aree (298 Comuni per complessivi 5,5 milioni di abitanti) è emerso che nel periodo 1995-2002 si è registrato un eccesso di mortalità rispetto alle medie regionali, con 10 mila morti in più in otto anni, rispetto al numero atteso, considerando tutte le cause di morte Si è pertanto avuta conferma che vivere vicino a impianti siderurgici e petrolchimici, raffinerie, inceneritori, discariche, porti, cave di amianto e miniere, anche se forniti delle autorizzazioni previste e monitorati secondo legge, aumenta il rischio di morte nella popolazione esposta. Ancora una volta è l’infanzia a pagare il prezzo più alto: nel periodo 1995-2009 i bambini morti nel primo anno di vita sono stati 3.332, con un eccesso di 126 rispetto all’ atteso contro un numero atteso.

Un aggiornamento recente in 22 SIN coperti da Registro Tumori nell’età da 0 a 19 anni ha mostrato un eccesso di incidenza del 9%, attribuibile soprattutto a sarcomi, leucemie mieloidi, linfomi Non Hodgkin e tumori al testicolo

A tutt’oggi..

..a distanza di oltre 20 anni dalla prima perimetrazione dei SIN (1998), le aree bonificate sono minime, persiste un’inaccettabile rischio sanitario per milioni di persone e, secondo le stime di “SENTIERI”, vi è un eccesso di circa 1200 morti evitabili per ogni anno di mancata bonifica.

Stay Tuned

Per leggere i nostri articoli vai sulla nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/OsservatoreOnline/ oppure sul nostro giornale on line https://losservatore.com/index/

Marco Ristori

Marco Ristori detto RiMa è nato a Livorno il 25/03/1966, fin dalla tenera età si è messo in situazioni complicate per incaute caricature. Fondamentale allo sviluppo del suo modo di disegnare furono i fumetti della Marvel, di Bonvi, Silver e Jacovitti. Ha conseguito la laurea in scienze e tecnologie dell'ambiente a Pisa nel 2009.
Nel 2014 Fausto Cruschelli, capo redattore della Nazione di Livorno, gli fece commentare con le proprie vignette la politica cittadina. Nell'ottobre dello stesso anno dopo una querela della giunta 5 stelle di cui il PM chiese l'archiviazione, la nuova capo redattrice 'stranamente' non lo pubblicò più. Il vignettista continuò su blog e quotidiani on line, arrivando a diventare un personaggio televisivo chiamato a fare vignette durante le trasmissioni. In una di queste partecipazioni incontrò il Dott. Nicola Gualerci che diventò suo editore per vari fumetti di cui val la pena nominare 'Artidoro', presentato a 'Lucca Comics and Game 2019' il 30 Ottobre col patrocinio della Città di Lucca. Infine la nuova avventura editoriale nel 2019 con “L'Osservatore”!

Latest posts by Marco Ristori (see all)

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami