Marras nel recupero regala tre punti di platino al Livorno

Fotografia di repertorio

All’inferno e ritorno, poche parole che descrivono alla perfezione la via crucis degli amaranto nella sfida della Juve Stabia; in avvio di ripresa la clamorosa papera di Zima, in occasione del vantaggio campano, sembrava l’ennesimo episodio negativo di una stagione fin qua avara di soddisfazioni, ed invece ha rappresentato la classica svolta. Sicuramente della partita con le “Vespe”, forse dell’intera stagione. Già, perché è proprio da quell’episodio che è iniziata la riscossa amaranto, ridisegnati nell’intervallo da Roberto Breda secondo un offensivo 4-4-2 che in fase di possesso diventa uno sbilanciatissimo 4-2-4 con Marsura e Marras ad accompagnare i due centravanti Raicevic e Braken. Da lì in poi è un monologo amaranto, un autentico assedio che frutta il pareggio di Agazzi già al 12′, con un bel tiro da lontano; sembra il preludio ad una clamorosa “remuntada”, ed invece la montagna partorisce il classico topolino: fioccano le occasioni, ma la bravura del portiere Russo e le imprecisioni sotto porta degli attaccanti del Livorno sembrano far sfumare una vittoria. Ed invece, quando i 5000 de “Picchi” stanno già sfollando ed il pareggio sembra scritto nella pietra, ecco la fucilata di Marras, nettamente il migliore tra i 22 in campo, che non concede scampo a Russo, regala tre punti di platino al Livorno e blinda la panchina di Roberto Breda. Tre punti che potrebbero rappresentare l’inversione di tendenza, a patto di dare continuità ai risultati, fin dalla prossima trasferta in terra veneta, a Venezia.

Livorno (3-4-3): Zima 5; Boben 6, Gonnelli 6,5, Di Gennaro 5, 5 (1′ st Braken 6); Del Prato 7, Agazzi 7, Luci 6,5 (33′ st Viviani sv), Porcino 6; Marsura 6, Raicevic 5,5, Marras 7,5. A disp.: Plizzari, Ricci, Gasbarro, Bogdan, Rizzo L., Rocca, Viviani, Morganella, Morelli, Braken, Mazzeo, Murillo. All. Breda 7.

Juve Stabia (4-2-3-1): Russo 7; Fazio 5,5 (25′ st Vitiello sv), Troest 6, Tonucci 6,5, Ricci 5,5; Calò 6, Calvano 6 (20′ st Addae 6); Melara 5,5 (13′ st Elia 5,5), Carlini 6, Canotto 6,5; Forte 5,5. A disp. Branduani, Lia, Germoni, Allievi, Vicente, Mezavilla, Boateng, Bifulco, Rossi. All. Caserta 6.

Arbitro: Marini di Roma 6,6

Ammoniti: Carlini, Calò, Falco (I), Luci, Gonnelli (L)

Reti: 5′ st Calò, 12′ st Agazzi, 49′ st Marras

Il Direttore Alessandro Guerrieri

Marco Ristori

Nato il 25 Marzo del 1966 sin dalla più giovane età si è distinto per mettersi nei guai a causa di incaute caricature. Laureato nel 2009 in Scienze e Tecnologie dell'Ambiente a Pisa, ha continuato il proprio hobby della satira, fino ad approdare alla Nazione, dove l'allora caporedattore Cruschelli lo lanciò. Il vignettista poi diventò un personaggio televisivo, continuando a fare satira sia sportiva che politica. Ad ottobre del 2019 i fatti danno ragione ai propri detrattori, infatti al secondo fumetto serio 'Artidoro' giungerà un grande successo inaspettato, il palcoscenico di 'Lucca Comics'. Si vede che da lassù gli hanno detto di cambiare strada e adesso infatti è iniziata la nuova avventura editoriale con L'Osservatore

Marco Ristori ha 2098 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Marco Ristori

Un pensiero riguardo “Marras nel recupero regala tre punti di platino al Livorno

  • Grande Alessandro Guerrieri, commento perfetto

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.